Restauro violino, una nuova catena

La catena del violino che sto restaurando è quasi pronta. Bisogna avere molta pazienza nel realizzare un contatto perfetto della catena con il piano armonico per non creare distorsioni o deformazioni della tavola, visibili dall’esterno. Questo vale in generale, ma nel caso del restauro di vecchi strumenti l’attenzione necessaria è ancora maggiore dal momento che poi non sarà possibile intervenire dall’esterno per eliminare eventuali deformazioni generate dall’incollaggio della catena. Si utilizza il classico sistema dei piedini temporanei che servono per tenere sempre nella stessa esatta posizione la catena durante la lavorazione e poi si procede con polvere di gesso e molta pazienza, fino ad avere un contatto perfetto su tutta la lunghezza della catena.

IMG_20180410_222606.jpg
Catena quasi pronta per essere incollata.
IMG_20180412_205441.jpg
Nuova catena incollata e sagomata su violino in restauro.

Anche per i morsetti è importante non stringere in modo eccessivo ed è preferibile utilizzare più morsetti con poca pressione, in modo da distribuire uniformemente la pressione su tutta la lunghezza della catena. Nella foto sopra si vede anche il sistema per irrigidire la struttura lungo il perimetro dello strumento, per ridurre al minimo la deformazione durante l’adattamento e l’incollaggio della catena.