Impostazione del pianetto dei bordi

Finora ho realizzato i miei strumenti filettando a cassa chiusa. Questa volta ho deciso di provare il metodo di lavorazione a cassa aperta. Ovvero in pratica si definiscono i bordi di piano armonico e fondo (che chiamerò semplicemente tavole), quindi si filetta e si effettua la sguscia (La sguscia – Filettatura violino) prima dello scavo interno e del loro incollaggio a fasce e controfasce. Ma a prescindere dal metodo costruttivo, la prima fase non appena si inizia a lavorare una tavola armonica o un fondo musicale è quella di definire una zona lungo tutto il perimetro della tavola in cui lo spessore rimane costante. Questa zona servirà per avere una superficie uniforme su cui realizzare il solco per l’inserimento del filetto e per rendere più agevole la realizzazione della sguscia che permetterà di raccordare i bordi con le bombature (Quinte e seste di curvatura).  Alcuni liutai chiamano cartella questa zona, altri la chiamano pianetto.

IMG_20180211_131444.jpg
Ben visibile il pianetto laterale lungo il perimetro, con le quinte e la sesta ancora da definire.

Per prima cosa si traccia sul bordo, già parzialmente rifinito, un segno con graffietto o con compasso che marca lo spessore che dovrà avere, tenendosi magari leggermente più alti per sicurezza in fase di sgrossatura. In corrispondenza delle punte lo spessore sarà più alto che nelle altre zone, così come in corrispondenza della nocetta. Poi si lavora di pialla e di sgorbia per iniziare a togliere legno avvicinandosi sempre più a questo segno di riferimento. Di solito poi per avere una bella superficie piatta a spessore costante si utilizza una raspa dolce o una lima piatta per rifinire. La zona più critica da lavorare in questa fase è quella delle CC. La curvatura verso l’interno rende più scomodo agire con sgorbia, pialletti e raspe.

Ci vogliono pazienza e sudore, ma non è una fase particolarmente difficile da eseguire. Bisogna stare attenti a non rompere le punte, soprattutto con l’abete, quando se ne riduce lo spessore.

IMG_20180211_180050.jpg
Anche le curvature di quinte e sesta sono state definite, raccordandole al pianetto.

A me piace molto questa fase della lavorazione, perché forse in più di altre, si vede da un blocco di legno rettangolare venire fuori prima il contorno dello strumento, poi pian piano tutte le curvature, fino a che la tavola prende sempre più leggerezza ed armonia. Filettando a cassa aperta, avrò il vantaggio di controllare in modo più rigoroso lo spessore delle tavole lungo i bordi e anche di verificare l’intonazione delle stesse.

Due parole relativamente al metodo classico utilizzato da Stradivari e descritto da S.F. Sacconi nel suo libro “I Segreti di Stradivari”. Sembra che il grande Maestro filettasse i suoi strumenti a cassa chiusa. Sacconi ha potuto dedurre questa prassi costruttiva attraverso lo studio e il restauro, nella sua vita, di una innumerevole quantità di strumenti di Stradivari. Ma in realtà nessuno può avere la certezza assoluta ed incontrovertibile che così fosse davvero. Sarebbe bello essere in possesso delle conoscenze per viaggiare nel tempo e poter presentarsi a Cremona, in un comune giorno di fine ‘600 o inizio ‘700, entrare un po’ intimoriti ed in soggezione nella affollata e frenetica bottega di Stradivari in Piazza San Domenico e vedere svelati ai propri occhi una volta per tutti questi fantomatici segreti. Ma credo che in fondo molti rimarrebbero delusi, perché di segreti ce ne sarebbero ben pochi. Ci sarebbe sicuramente un grande artista artigiano, ed il vero forse scomodo segreto sarebbe la sua mano abile e sapiente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...