Taglio delle ff

In questa sequenza fotografica voglio mostrare come si procede al taglio delle ff (effe, o fori armonici) sul piano musicale dello strumento. In un prossimo articolo poi parlerò di come le ff vengono correttamente posizionate sul piano musicale, discorso più lungo e complesso.

Questa fase è una delle più delicate del lavoro di liutaio, perché la pulizia e la simmetria del taglio delle ff avranno un fortissimo impatto estetico sullo strumento finale. Non solo, i fori delle ff permettono l’emissione del suono dall’interno della cassa armonica dove viene amplificata la vibrazione delle corde, fino all’ambiente intorno allo strumento. Quindi il loro corretto posizionamento e la dimensione hanno un’influenza importante sul suono. Basta pensare che la tacca interna delle ff definisce la posizione del ponticello e quindi il diapason dello strumento, che sommato alla distanza fra capotasto superiore e bordo determina a sua volta la lunghezza della corda vibrante.

Ma torniamo al taglio delle ff. Per prima cosa bisogna disegnare le ff utilizzando delle mascherine di riferimento. Prima di questa operazione si dovrà aver già a sufficienza finita la superficie del piano armonico di abete e verificata la sua simmetria mediante il metodo delle curve di livello. Io disegno le ff prima di iniziare a scavare l’interno del piano armonico. Poi inizio lo scavo e quando sono ad uno spessore di circa 3.5 mm per il violino procedo al taglio delle ff. La calibrazione degli spessori la finisco dopo il taglio delle ff. Nella foto che segue si vedono le ff appena disgnate. La linea a lapis che unisce le due tacche interne delle ff è appunto una delle distanze fondamentali (detto appunto diapason o distanza bordo superiore – ponticello).

IMG_20171227_161833.jpg
ff disegnate a lapis sul piano armonico.

Lo step successivo è quello di ritagliare le ff. Io utilizzo un cutter apposito per tagliare i due occhielli circolari superiore ed inferiore ed un comunissimo seghetto da traforo per l’asticella delle ff.

Infine, ci si arma di pazienza e mano fermissima e si procede a rifinire le ff con un cutter o bisturi affilatissimo seguendo il bordo disegnato a lapis. Il bisturi deve essere anche più che affilatissimo, per garantire  un taglio pulito e netto senza resistenza, soprattutto nelle zone in cui l’abete è di testa. Ci sono delle direzioni di taglio ben precise da rispettare che cambiano continuamente lungo le curve delle ff, per cui serve molta concentrazione! Io procedo gradualmente portando avanti il lavoro simultaneamente per la ff di destra e per quella di sinistra, in modo da raggiungere un risultato quanto più possibile simmetrico. L’errore più comune infatti è quello di allontanarsi sempre più dal disegno originario delle ff. Come dire, le ff vengono come vogliono loro e non come avevamo in mente di farle dal disegno, e questo perché se da un lato si toglie un po’ più legno, poi si è costretti a modificare anche l’altra f per farla simmetrica e così via… quindi il consiglio è quello di procedere per piccolissimi passi, verificando sempre la simmetria passo dopo passo. Nella foto che segue ho finalmente terminato il taglio delle ff.

IMG_20180101_192329.jpg
ff tagliate e finite, mancano le tacche interne ed esterne che verranno ricavate più avanti nel lavoro.

 

Una risposta a “Taglio delle ff”

I commenti sono chiusi