La catena

IMG_20171028_214228.jpg
Catena incollata con appositi morsetti.

Realizzare la catena di uno strumento ad arco è sempre un’operazione che richiede molta pazienza. La catena (bass bar in inglese) è un’asticella di abete che viene incollata dalla parte delle corde gravi all’interno della tavola armonica, perpendicolarmente al piano. Non segue un andamento parallelo alla mezzeria, ma leggermente inclinato, in modo che in corrispondenza delle tacche delle ff si trovi sotto il piedino del ponticello.

La sua funzione è di dare sostegno alla tavola armonica, come fosse una trave di supporto, sotto la forte pressione delle corde e del ponticello. Al tempo stesso permette anche un’efficace trasmissione della vibrazione direttamente dal ponticello alla tavola armonica in senso longitudinale.

La pazienza di cui parlavo nella realizzazione della catena risiede nel fatto che la superficie di contatto fra la catena e la tavola armonica deve essere perfetta per tutta la lunghezza della catena. Di solito si fissano temporaneamente dei piccoli piedini di legno per tenere la catena nella sua posizione definitiva, si utilizza quindi della polvere di gesso per valutare e correggere la superficie di contatto fra catena e tavola armonica, finché questa non è perfetta. Ci sono poi diverse scuole di pensiero, alcuni liutai modellano la catena senza tensione, altri fanno in modo che rimanga una leggerissima luce fra tavola e catena alle due estremità di quest’ultima. Al momento dell’incollaggio la catena, per aderire alla tavola, vi induce una tensione.

Si utilizzano appositi morsetti per l’incollaggio della catena, è bene utilizzare un alto di numero di morsetti in modo da distribuire bene la pressione su tutta la lunghezza.

cropped-catena.jpg
Altra vista dell’incollaggio della catena.

Una volta incollata la catena viene modellata, lasciando il punto più alto in corrispondenza delle tacche delle ff, ovvero sotto il piedino del ponticello, ed andando sinuosamente a ridurre lo spessore fino a zero in corrispondenza delle estremità. Esistono molti possibili andamenti della forma della catena, l’esperienza del liutaio determina la sua forma ideale per ottenere una data resa sonora sui bassi.